© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

I notebook più prestazionali di inizio 2011 – Soluzioni AMD e Nvidia del momento

In questo articolo vedremo quali siano i computer portatili capaci di prestazioni degne di nota. Insomma – Quali sono i notebook più potenti di inizio anno?

Lo scopo principale di un portatile è quello di essere utilizzato in mobilità. Ma se le prestazioni che è in grado di esplicare sono inappropriate, che ce ne facciamo? Lo utilizziamo come ferma carte?

Ed allora tracciamo il punto della situazione.

L’anno che è trascorso ha portato notevoli innovazione alle piattaforme mobili: una su tutte i processori con la grafica integrata, che ha permesso di migliorare di netto le prestazioni dei portatili più sottili e piccini.

Ma anche le schede grafiche non sono rimaste a guardare e il 2010 sarà ricordato come l’anno delle architetture DirectX 11 e del processo produttivo a 40 nanometri; processo che consente di aumentare la velocità di clock delle schede, mantenendo sotto controllo la produzione di calore e i consumi elettrici.

Prima di approfondire l’argomento, ad ogni modo, ci teniamo a precisare che non tutti hanno bisogno di un chip grafico capace di discrete prestazioni.
Chi, ad esempio, utilizzasse il PC solo per lavorare (battere dei documenti) o per navigare su Internet o guardare delle foto ed ascoltare delle tracce musicali, andranno più che bene quei sistemi di ultima generazione con la grafica integrata. Li trovate praticamente su tutti i netbook e su molti notebook ultra-portatili. Il prezzo si manterrà logicamente più basso e non avrete sperperato i vostri beni. Come siamo soliti dire: “Per ogni lavoro occorre l’attrezzo giusto”.
Se dobbiamo aprire una scatoletta di tonno, non useremo mai un trapano.
Questo concetto vale anche per i computer.

Se, invece, i nostri lettori fossero interessati a dei modelli di PC in grado di processare filmati in alta definizione, video in 3D o di creare contenuti multimediali…allora il discorso cambia.

Ci si affida alla capacità di accelerazione del chip grafico.
Soprattutto i computer portatili realizzati per processare i videogiochi 3D riversano sul chip grafico tutte le loro aspettative di buona riuscita.
Più potente sarà il chip grafico, migliori saranno le prestazioni estrinsecate dal computer. A prestazioni migliori corrisponde una più fluida esecuzione del gioco. L’utente non potrà che giovarne.

Attualmente sul mercato sono presenti diverse fasce di prodotti: come orientarsi?
Più avanti realizzeremo una tabella con le schede grafiche del momento.

Per ora vi basti sapere che: il modello base, l’entry level, permette una discreta accelerazione grafica con programmi che sfruttano le tre dimensioni, ma non è adatta ai videogiochi.

La linea più commerciale, la mainstream è più indicata a chi gioca occasionalmente e non desidera raggiungere cime alte di qualità grafica.

Infine esiste la fascia enthusiast realizzata per coloro che pretendono il massimo dai videogiochi. La dotazione hardware è tanto potente da permettere valori molto elevati di fps (frame rate); anche con i videogiochi di ultima generazione.

Logicamente la fascia di prodotti enthusiast conterrà dei notebook dal prezzo piuttosto elevato. Parliamo di valori molto superiori ai mille euro.
Il prezzo è dettato dalla presenza di un chip grafico di fascia alta e di recente fabbricazione; di un’ottima memoria video (non andrebbe bene la Ddr3 che solitamente si trova sui prodotti mainstream. Più indicata sarebbe la Gddr5. Al limite la Gddr3. 1 GB è il taglio standard); di un processore estremamente potente (oggi come oggi la CPU capace di prestazioni elevate è la Intel Core i7. Si tratta di una quad core. Si possono trovare sia in versioni standard che Extreme; e cioè con frequenze di lavoro particolarmente alte. Scelte meno felici possono essere i Core i7 dual core o i Core i5); di un monitor ampio e dalla risoluzione di 900p (meglio non esagerare con la risoluzione perchè il frame rate calerebbe inesorabilmente e impostando una risoluzione più bassa, la qualità scema pesantemente per via dell’interpolazione).

Esempi di computer portatili di fascia alta sono il l’EON17 dotato di Dual Nvidia GTX 480M, l’Asus W90, L’Alienware M11x R2, Toshiba Qosmio X305-Q725 e L’ASUS G73JW-A1.

In più, altri modelli degni di nota per il 2011 sono l’Acer Aspire 5745DG, l’Acer Aspire Ethos 5943 ed il Toshiba Satellite A665.

…ma le schede grafiche?

Per quello che riguarda i due grandi colossi produttori di schede grafiche, Nvidia ed ATI, le ultime generazioni di chipset grafici DirectX 11 portano il nome di ATI Mobility Radeon serie HD 5000 e Nvidia GeForce serie 400M.

Se parliamo di notebook, la Nvidia è in ritardo di ben 8 mesi sul rivale ATI.
E’ un divario incredibile. Sembra quasi che abbiano deciso di dividersi il mercato dei computer da scrivania e quello dei PC mobili.

Se, infatti, ATI domina sul settore dei notebook, Nvidia fa altrettanto con i desktop.

La serie ATI Radeon HD 5000 comprende più di 10 chip diversi. In questo modo la casa produttrice può rivolgersi a più segmenti del mercato.
Tutti sono realizzati attraverso la lavorazione a 40 nanometri e con supporto DirectX 11 (a sola eccezione del modello HD 5100).
In ogni caso una differenza sostanziale viene evidenziata dal triplo core.
Nei chip HD 5800 vi è il Junuper; nei 5700 / 5600 troviamo il Redwood; nei 5400 è la volta del Cedar.

Tutti supportano la tecnologia EyeFinity (per la gestione di più monitor), le funzioni di risparmio energetico PowerPlay e la tecnologia Avivo (che riproduce adeguatamente i flussi video in formato HD).
Da non sottovalutare è anche la funzione dello “switch” che permette di passare da una soluzione a grafica integrata alla più potente scheda grafica dedicata, SENZA che l’utente debba azionare nulla. Si regola automaticamente in base al carico di lavoro.

La serie di schede grafiche Nvidia 400M, invece, risulta innovativa per il fatto di aver portato (prima di chiunque altro) l’architettura Fermi sui notebook.
A differenza di ATI, i modelli proposti al mercato sono solo 8, ma ricoprono ugualmente tutte le richieste possibili.

Tra le tecnologie più importanti ricordiamo la Cusa; PhycX, Pure Vide, Optimus, etc…
In particolare la Optimus è la funzione che più delle altre, in passato, ha avuto spazio all’interno dei nostri articoli. Questo per il fatto di mutare automaticamente la configurazione grafica del PC (da GPU integrata a GPU dedicata) senza interpellare l’utente.

Le differenze più sostanziali tra gli 8 modelli si registrano a livello di prestazioni. Non poteva essere diversamente.
Tra gli otto modelli cambia il numero di stream processor, muta la frequenza di clock ed è diverso il tipo di memoria impiegata (si va dalla Gddr5 alla più economica Ddr3).

La soluzione più potente è la GeForce GTX 480M. Mentre la più interessante dal punto di vista qualità / prezzo è la GT 455M (capace di gestire la memoria Gddr5).

Prima di lasciarvi alle tabelle comparative, ci teniamo a precisare che sia le GPU AMD che quelle ATI sono in grado di supportare nativamente uno schermo stereoscopico con frequenze verticali di 120 Hz + i relativi occhialini 3D elettronici.

Soluzioni AMD

HD 5870 HD 5850 HD 5830 HD 5770 HD 5750 HD 5730 HD 5650
Stream Processor 800 800 800 400 400 400 400
Transistor 1.04 miliardi 1.04 miliardi 1.04 miliardi 626 milioni
626 milioni
626 milioni
626 milioni
Frequenza GPU 700 625-500 500 650 550 650 650-405
Potenza (Tflops) 1.12 1.0-0.8 0.8 0.5 0.4 0.5 0.3-0.5
Banda memoria (max) 64 GB/s 64 GB/s 25.6 B/s 51.2 GB/s 51.2 GB/s 25.6 GB/s 25.6 GB/s
Frequenza Memoria 1000 1000/900 800 800 800 800 800
Memoria Supportata Gddr5 Gddr5-3/Ddr3
Gddr3/Ddr3
Gddr5 Gddr5 Gddr3/Ddr3 Gddr3/Ddr3
Bus Memoria 128 bit 128 bit 128 bit 128 bit 128 bit 128 bit 128 bit
Soluzioni Nvidia

GTX 480M GTX 470M GTX 460M GTX 455M GTX 435M GTX 425M GTX 420M
Stream Processor 352 288 192 144 96 96 96
Frequenza GPU 425 535 675 590
650
560
500
Freq. shader (MHz) 850 1100 1350 1180 1300 1120 1000
Banda Memoria 1200 1250 1250 1250-800 800 800 800
Memoria (max) 76.8 GB/s 60 GB/s 60 GB/s 60-25.6 GB/s 25.6 GB/s 25.6 GB/s 25.6 GB/s
Memoria supportata Gddr5 Gddr5 Gddr5 Gddr5/Ddr3 Ddr3 Ddr3 Ddr3
Bus Memoria 256 Bit 192 bit
192 bit
192/128 bit 128 bit 128 bit 128 bit


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *