© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

“Verifying Dmi Pool Data”, Blocco del Bios ed impossibilità di installare un nuovo sistema operativo

Il Desktop Management Interface o DMI è uno strumento tramite il quale il bios interfaccia i componenti hardware del computer ed il software che li gestisce.
Il messaggio (interpretato molte volte come errore) “Verifying Dmi Pool Data” vi avvisa del fatto che il Bios sta verificando che i dati contenuti in memoria combacino con la configurazione hardware del sistema.

Nel caso in cui aveste aggiunto o tolto qualche componente è necessario qualche secondo al PC perchè possa rieseguire i calcoli ed aggiornare le informazioni in proprio possesso. E’ lapalissiano che, a seconda della complessità della configurazione, possa essere richiesto più o meno tempo.

Cosa accade se il Bios non riesce ad assegnare correttamente le risorse?
“Si blocca”.
Ed ecco che interveniamo direttamente sul problema preso in esame.

Molte volte il blocco è dovuto a:

  • una errata configurazione delle periferiche Parallel Ata o Serial Ata;
  • informazioni incongruenti presenti nella memoria Cmos gestita dal Bios;
  • moduli Ram difettosi;

Il primo step richiede un intervento sulla memoria Cmos che tenda ad azzerarne il contenuto. Si può agire mediante l’apposito ponticello presente sulla scheda madre o per altre vie che trovate descritte in questo articolo: Ripulire la memoria CMOS della scheda madre e cancellare le modifiche fatte al BIOS per riportarlo alla configurazione originale.

Verrà ripristinata la configurazione predefinita del Bios.
Assicuratevi del corretto collegamento delle unità ottiche e degli hard disk.

Nota: nelle periferiche Parallel Ata è obbligatorio rispettare l’attribuzione delle priorità Master/Slave.
Inoltre le periferiche Serial Ata possono essere gestite in modalità nativa o in emulazione Ide. Dipende dai casi.

Se, anche dopo i passi descritti sopra, il problema dovesse presentarsi ancora, sarebbe auspicabile eseguire un test di verifica sulla RAM. Per farlo è possibile sfruttare un programmino utilissimo e gratuito che si chiama MemTest86+.
Ci sembra che recentemente sia presente una versione aggiornata del Memtest86+. Una release che aggiunge delle funzionalità specifiche per i processori AMD ed Intel di nuova generazione.

Nel caso in cui non si arrivasse ancora ad un dunque, concentreremmo le nostre attenzioni su temi quali:

  • l’alimentazione che potrebbe essere insufficiente o instabile;
  • processore e chipset surriscaldati;

Una volta che il corretto funzionamento dell’hardware è assodato, si può procedere alla installazione del sistema operativo, che questa volta dovrebbe avvenire senza inciampare in errori.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla

Un commento

  1. What a great web log. I spend hours on the net reading blogs, about tons of various subjects. I have to first of all give praise to whoever created your theme and second of all to you for writing what i can only describe as an fabulous article. I honestly believe there is a skill to writing articles that only very few posses and honestly you got it. The combining of demonstrative and upper-class content is by all odds super rare with the astronomic amount of blogs on the cyberspace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *