sabato 22 maggio 2010

Come auto-crearsi un Proxy in casa con il proprio Computer

Per navigare su Internet camuffando il proprio IP, esistono tantissimi programmi o siti web che vi permettono di usare un loro proxy. Il più delle volte lo si fa perchè si ricerca un pò di riservatezza ed un buon articolo che tratta questo argomento lo trovate a tale indirizzo.

Ma se non vi fidate dei proxy che altri utenti mettono a vostra disposizione, allora potete provare ad utilizzare il vostro personalissimo computer per crearvi un proxy tutto vostro che possa consentire a voi o a qualche parente all'estero (per esempio) di potersi loggare in tutta tranquillità a siti che richiedono un IP italiano e sicuro (i possibili usi sono molti. Di semplici e complicati).

Funziona veramente. L'unica cosa che vi occorre è un computer, una connessione Adsl (dovreste poterlo fare con qualsiasi gestore di rete) e l'accesso diretto al router così da poterne modificare le impostazioni.

Nota: purtroppo le utenze Fastweb non potranno accedere da remoto al proprio computer senza prima aver pagato (a parte) l'uso di un indirizzo IP pubblico.

1. Per prima cosa installate attraverso una macchina virtuale, Ubuntu all'interno del vostro Windows. Leggete questo articolo per apprendere quali potrebbero essere i programmi di virtualizzazione da utilizzare. Recatevi a questo indirizzo, per scaricare Ubuntu in italiano (Se già utilizzate Ubuntu, buon per voi. Non dovrete usare la virtualizzazione).

2. Collegate il computer al router ed assegnategli un indirizzo fisso all'interno della Lan.

Nota: se state utilizzando un programma di virtualizzazione, assicuratevi prima che il sistema virtualizzato sia connesso direttamente alla rete. In modalità "Bridge", per intenderci (dispositivo di livello 1 che traduce da un mezzo fisico ad un altro). Non tramite Nat che modifica gli indirizzi IP dei pacchetti in transito su un sistema.

3. Utilizzate direttamente il comando "sudo apt-get install openssh-server" o cercate il pacchetto "openssh-server" in Gestore di pacchetti per installarlo su Ubuntu. In pochi minuti Linux sarà configurato.

4. Aprite la porta sul router, per consentirne l'accesso dall'esterno. Andate nel pannello di configurazione del router e cercate la sezione "Nat o Firewall". Aprite la porta Tcp 22. Abbiate la cura di impostare come indirizzo della rete locale quello che avete assegnato alla macchina virtuale nella quale è presente Ubuntu Linux.

Nota: qualora il router disponesse di una funzione conosciuta come "Port Redirection", provate ad impostare una porta in ingresso sul router diversa da quella del PC Linux. Provate ad impostare la porta 80, che è quella normalmente utilizzata per il Web (e dunque non soggetta ad eventuali restrizioni aziendali) come "public port" in ingresso sul router. La porta 22 lasciatela come "private port" (Service Name Protocol = Ssh server | Tcp). Naturalmente il "private address" sarà sempre quello della macchina Linux.

5. Prendete nota dell'indirizzo IP della connessione Adsl che potete leggere direttamente nel pannello di amministrazione del router o attraverso siti come whatsmyip.


6. Configurate correttamente il client (il computer che utilizzerete per navigare) scaricando putty. E' uno strumento gratuito e portable. Prendete la versione in Zip. Poi estraete l'eseguibile e disponetelo su una periferica mobile di massa (pen drive Usb) o su una cartella all'interno del computer. Avviatelo e, dall'elenco ad albero presente sulla sinistra, selezionate la voce "Connections" -> poi "SSH" -> ed infine "Tunnels". Sulla destra scrivete "8182" lì dove vi dice: Source port. Selezionate "Dynamic" (trovate questa opzione sotto la voce Destination). Cliccate su "Add".

A questo punto cliccate sulla voce "SSH" che trovate nel menù ad albero e abbiate cura nello spuntare la voce "Don't start a shell or command at all" che trovate sulla destra, sotto il campo "Protocol options".

Selezionate "Session" sulla sinistra ed inserite l'indirizzo IP della vostra connessione ad Internet in "Host name". Lasciate 22 nel campo "Port" (sempre che non abbiate impostato un altro numero nel pannello "Port Redirection").

7. Salvate tutte le impostazioni inserendo "proxy casa" o "proxy mio" o "proxy Pippo" nel campo "Saved Sessions" e cliccate su "Save".

Ricordatevi d'ora in avanti che per caricare le opzioni dovrete soltanto selezionare la voce "proxy casa" o "proxy mio" (o il nome che gli avrete dato) e poi premete su Load.
Per collegarvi cliccate sul tasto "Load". E' molto probabile che dovrete inserire il nome utente e la password della macchina Linux. Poi non vi resterà che aprire il browser e navigare.

Per sfruttare il proxy remoto dovrete sempre ricordarvi di impostare l'indirizzo 127.0.0.1 in "host SOCKS" e la porta 8182 all'interno del browser (voce che trovate all'interno di Impostazioni di Connessione.
FIREFOX - Strumenti -> Opzioni -> Avanzate -> Rete -> Impostazioni.
INTERNET EXPLORER - Strumenti -> Opzioni Internet -> Connessioni -> Impostazioni LAN -> Server proxy.

2 commenti:

  1. purtroppo putty non si connette se siete dietro un firewall / proxy aziendale

    RispondiElimina
  2. Dovresti provare a configurare il tutto per utilizzare un tunnel sulla porta 80 e non 22

    RispondiElimina

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)