domenica 12 febbraio 2012

Navigare anonimi: cambiare, nascondere l'IP, usare proxy e indirizzi IP falsi. Tutti i modi per essere invisibili

Navigare anonimi
Periodicamente mi viene proposto da alcuni lettori di trattare in maniera più accurata il problema della privacy su Internet. Ad esempio, qualche giorno fa mi venne chiesto come fosse possibile tutelare i propri dati e navigare in completo anonimato su Internet senza lasciare tracce ed essere totalmente invisibili quando siamo "in rete".

Gli argomenti trattati in questo post saranno:
  1. Perché devo "nascondermi" quando navigo in Internet?
  2. [Anonymous Surfing] Essere anonimi usando degli strumenti Web-Based
  3. Diventare invisibili avvalendosi di alcuni software
  4. Cambiare manualmente sul proprio browser l'indirizzo IP
  5. Alcuni rapidi trucchetti per navigare anonimi

Perché devo "nascondermi"?
Già il termine rete dovrebbe farci riflettere su quello che è il world-wide web e su come possa essere usato dalle più disparate categorie di persone.

Quando visitiamo una pagina web alla ricerca di informazioni, curiosità o altro, spesso ignoriamo il fatto che la nostra privacy possa essere in pericolo.

I nostri interessi possono essere spiati e, perchè no, potrebbe anche accadere che l’accesso a particolari fonti d'informazione possa essere bloccato.

In effetti ogni mossa che facciamo, ogni spostamento verso un altro sito, ogni click, vengono registrati dagli internet providers e, più in generale, dai server dei siti che ci troviamo a navigare.

A che scopo vengono raccolte queste informazioni?
Molto spesso le informazioni vengono raccolte per fini pubblicitari. In questo modo diventiamo "le vittime" dei tanti venditori e delle numerose agenzie pubblicitarie che, una volta avute le informazioni sui nostri interessi e conoscendo il nostro indirizzo IP e la nostra e-mail, saranno in grado di tempestarci regolarmente con della poco salutare spam.

Come e quando vengono raccolte le informazioni?
Alcune informazioni vengono comunicate automaticamente nella procedura di richiesta della pagina che si vuole visitare. Cioè, stiamo già fornendo dei dati nel momento in cui clicchiamo l'indirizzo che farà partire il caricamento di una pagina. In particolare, in questa fase vengono raccolte queste informazioni:
  1. Che tipo di browser stiamo usando (se mozilla, opera o explorer, etc...) ed il tipo di sistema operativo su cui il browser gira.
  2. L'indirizzo internet (IP) che in quel momento stiamo utilizzando: il sito che abbiamo intenzione di visitare necessita di questa notizia per sapere con precisione dove inviare la pagina richiesta.
  3. Provenienza del traffico: in questo caso forniamo al webmaster un'informazione molto importante, ossia gli diciamo dove abbiamo trovato il link che porta alla sua pagina e, quindi, lui collezionerà una bella scheda con tutte le sorgenti di traffico.
In ognuno di questi 3 casi, la nostra privacy è relativamente al sicuro in quanto nel primo caso non forniamo in alcun modo dati personali, e negli altri due la nostra identità è in pericolo tanto quanto lo sarebbe chiamando da un telefono pubblico.

Altre informazioni possono essere estorte al nostro browser tramite dei codici JavaScript che sono in grado di leggere alcune informazioni sul nostro computer per poi rispedirle al sito che le richiede.

Solitamente vengono raccolte informazioni del tipo: il numero dei siti visitati in precedenza, se il proprio browser è abilitato o meno all'esecuzione dei programmi scritti in un linguaggio chiamato java, il numero e il tipo di plugin istallati nel browser di navigazione, la larghezza e l'altezza della finestra del browser, etc..

Un'altra via utilizzata per collezionare dati sono i Cookie. Per capire bene cosa sono ed a cosa servono i cookie, dobbiamo prima renderci conto che l'unico modo che un determinato sito ha di ricordare tutte quelle info. da poter associare ad un particolare utente, è quello di memorizzare queste informazioni nel disco fisso dell' utente stesso e, poi, rileggerle la volta successiva qualora questi si trovi a navigare nuovamente in quel sito.

Queste brevi informazioni vengono, per l'appunto, chiamate cookie che in inglese sta per biscotto. Essi vengono scritti sempre e SOLO all' interno di un preciso file e non occuperanno MAI altre posizioni nel nostro disco fisso.

Spesso capita anche di imbattersi in siti che chiedono espressamente di donare particolari informazioni compilando, per esempio, un modulo. In ogni caso è sempre tutto a nostra discrezione. Infatti, possiamo settare i nostri browser per limitare al minimo o non inviare affatto (mascherando) i nostri dati.


Anonymous Surfing: Strumenti Web-Based
| torna al menu
Una via molto semplice per diventare anonimi, è quella di recarsi su particolati siti che offuscheranno il nostro IP, permettendoci di navigare tramite il loro filtro e fungendo, in questo modo, da tramite tra un client (noi) ed un server (la pagina che vogliamo visitare).

Fanno un pò da passaparola, o da interpreti...sbizzarritevi con gli esempi.

I servizi che ora elencherò nasconderanno il tuo indirizzo IP attraverso un connessione criptata, prevenendo in questo modo il monitoraggio delle tue attività su Internet. In particolare mi son dedicato a tutti quei metodi che sono gratuiti e fruibili senza sottoscrizioni di abbonamenti.

Ecco la lista; scegliete il servizio con il quale vi trovate meglio:
  • www.shadowsurf.com: inserite l'url che volete raggiungere (se non lo conoscete è ovvio che la prima pagina d'obbligo è Google) direttamente nel rettangolino ove richiesto (Enter the URL you want to surf anonymously..) e poi cliccate "Susurf Anonymously".
  • www.guardster.com: in basso trovate la scritta "FREE Anonymous Web Proxy:", cliccate su "Access the Free Proxy", inserite l'indirizzo che volete visitare (se non lo conoscete è ovvio che la prima pagina d'obbligo è Google) e poi date la conferma cliccando su "I agree and wish to surf anonymously".
  • www.pagewash.com: stessa cosa dei servizi sopra menzionati. Inserite l'url e cliccate su "Begin browsing".
  • www.behidden.com: bisogna attuare la stessa procedura usata precedentemente ma vi è un limite giornaliero di 50 MB di banda ad utente.
  • anonymouse.org: cliccate sulla bandiera inglese o tedesca (a vostra discrezione) e poi inserite l'indirizzo che volete visitare (se non lo conoscete è ovvio che la prima pagina d'obbligo è Google) e cliccate su "Surf anonymously". Il servizio è in grado di bypassare i filtri imposti dalle aziende nei posti di lavoro, o dalle scuole etc...
  • www.hidemyass.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Hide My Ass".
  • www.anonr.com: inserite l'url e poi cliccate su "Surf".
  • www.250.eu: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf".
  • www.unblock.biz: inserite l'indirizzo e cliccate su "unblock me".
  • www.invisiblesurfing.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Continue".
  • www.kroxy.net: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf >>".
  • www.proxymafia.net: inserite l'indirizzo e cliccate su "Hide Me".
  • www.armyproxy.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.cantbustme.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.proxrio.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.texasproxy.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf!".
  • www.proxystart.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Go >>"
  • www.ourproxy.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf >>".
  • www.hidemy.info: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.proxybuddy.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Browse".
  • www.sitesurf.net: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.boratproxy.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf it".
  • www.limitkiller.com: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now".
  • www.unblocked.org: inserite l'indirizzo e cliccate su "Unblock!".
  • www.nuip.net: inserite l'indirizzo e cliccate su "Surf Now!".
  • www.url.sc: inserite l'indirizzo e cliccate su "Go!".
  • www.anon.me: inserite l'indirizzo e cliccate su "Hide Me Now!".

Strumenti software
| torna al menu
Una seconda strategia per navigare anonimi è legata all'utilizzo di alcuni software che tra qualche riga andremo a presentare.

Il primo programma di cui vi voglio parlare è Toonel, un file .jar da lanciare senza istallazione. Perché possa funzionare tutto correttamente, dovete settare il vostro browser in modo tale che il vostro proxy http sia “127.0.0.1” e la porta “8080”.

Chi ha Explorer dovrà cliccare su Strumenti -> Opzioni internet -> Connessioni -> Impostazioni lan e poi inserire i dati che vi ho dato sopra spuntando prima la voce "Utilizza un server proxy per le connessioni LAN".

Gli amanti di Firefox, invece, dovranno andare in Strumenti -> Opzioni.. -> Avanzate -> Impostazioni -> Spuntare la voce "Configurazione manuale dei proxy" e mettere l'Ip e la porta che vi ho dato sopra.

Una volta che avrete settato correttamente queste impostazioni, riavviate il vostro browser d'utilizzo e potrete notare che l'ip sarà cambiato.

Come noto che l'Ip è cambiato?

Un metodo facile è quello di recarsi a questo indirizzo: www.ip-adress.com.

Un secondo software da poter usare è GoTrusted che ci protegge da ogni attacco teso a minare il nostro sistema e cripta tutto il traffico online che effettuiamo anche se stiamo usando una connessione wireless. Di questo programma c'è solo una versione trial gratuita di prova, ma mi sembrava giusto citarlo.

Infine, come non poter menzionare tra i software il famoso TOR da poter utilizzare preferibilmente con un plugin di firefox (Torbutton) che ci consentirà di diventare anonimi con un solo click?
E' il metodo che vi consiglio se usualmente avete la necessità di navigare anonimi ad una velocità accettabile. Per scaricare tutto il necessario cliccate pure su questo link (Pack Tor + Privoxy + Vidalia +Torbutton) e seguite la procedura che trovate illustrata in questo video:



Come complemento alle spiegazioni riportate sopra, vi consiglio di visionare il seguente video che, anche se in lingua inglese, vi farà capire bene come funziona un Tor, perchè protegge in maniera efficace la vostra privacy e come installare il tutto.



Per chi fosse interessato, è disponibile una versione portatile del Tor da inserire in un pennino USB e da poter lanciare senza istallazione sul momento. Unica impostazione da settare è la seguente 127.0.0.1:8118 (oramai credo sappiate come fare visto che ne abbiamo parlato a proposito di Toonel)

Per dovere di cronaca vi accenno qualcosa anche di Jondonym, un software simile a Toonel che supporta i protocolli HTTP, HTTPS, FTP e Gopher ma non il p2p, nè le chat.

Vi basterà scaricarlo, installarlo ed impostare come proxy l'indirizzo 127.0.0.1 e la porta 8080.

Tra le "Eccezioni" (Explorer) o alla voce "Nessun proxy per.." (Firefox), scrivete: 127.0.0.1, localhost.


Impostare un indirizzo proxy direttamente sul Browser | torna al menu

Credo che questa sia la tecnica più utilizzata fino all'avvento di Tor. E' un'operazione manuale ed efficace. L'unica contraccezione è lo sbattimento manuale teso a provare i vari IP fino a quando non se ne trovi uno che "funzioni" e che ci permetta di navigare ad una velocità decente.

Per prima cosa bisogna trovare delle liste di proxy da poter usare e poi inserite le coordinate direttamente sul vostro browser come illustrato nel seguente post (Usa i proxy direttamente sul tuo browser [Guida illustrata]).

Io mi appoggio a questi indirizzi di fiducia:
  • www.proxy4free.com: è in assoluto il mio preferito, sempre aggiornato, molto funzionale e si trovano IP di tutte le nazioni.
  • www.notrace.it: per visualizzare tutti i 19048 Proxy Server occorre digitare il codice presente nell'immagine in basso e premere "GO".
  • nntime.com: qui trovate una lista degli IP anonimi Italiani con relativa città, porta e data di aggiornamento.
  • www.hidemyass.com/proxy-list: potete selezionare in basso alla voce "Sort by" la nazione di cui desiderate ottenere l'Ip e poi cliccate su "Go". Una graziosa peculiarità di questo servizio è che accanto ad ogni indirizzo vi è una barretta verde che ne indica la velocità di navigazione.

Trucchetti per rendersi anonimi in pochi istanti
| torna al menu
Prima di concludere questa rassegna, e prima di ringraziarvi per l'attenzione che ci avete prestato, vogliamo congedarci con questi due simpatici trucchetti per renderci anonimi in pochi istanti.

Un metodo è quello di utilizzare i servizi di traduzione offerti da Google o da Yahoo che potete trovare a questi indirizzi: www.google.it/language_tools, it.babelfish.yahoo.com.

Inserite l'url della pagina dove richiesto e l'italiano come lingua finale, poi date l'invio.

Il secondo trucchetto è quello di anteporre all'indirizzo che si sta per visitare la dicitura "http://anonym.to/?". Ad esempio per visitare youtube in anonimo inserite nella barra degli indirizzi il prefisso "http://anonym.to/?" prima di "http://www.youtube.com/?gl=IT&hl=it". Quello che otterrete è questo url: http://anonym.to/?http://www.youtube.com/?gl=IT&hl=it.

33 commenti:

  1. Ottimo, grazie yok

    RispondiElimina
  2. Ben scritto! Tor è diventato più veloce ultimamente...

    RispondiElimina
  3. Alla lista degli strumenti Web-Based aggiungerei Proxify, funziona velocemente.

    RispondiElimina
  4. Un'altra guida molto utile per quanto riguarda la navigazione anonima è questa:

    http://www.masternewmedia.org/it/2005/01/26/come_nascondere_lindirizzo_ip.htm

    RispondiElimina
  5. grazie dopo cercare per il web è il primo post che da spiegazioni veramente utili e semplici

    RispondiElimina
  6. la polizia postale può risalire a una mail inviata?

    RispondiElimina
  7. la polizia postale può risalire a una mail inviata?20 febbraio 2010 20:43

    amico mio è solo e sempre una questione di tempo e risorse.

    RispondiElimina
  8. ho provato con google traduttore ma sembra che non funzioni....

    RispondiElimina
  9. ok fatto,
    si può verificare che l'indirizzo è diverso?

    RispondiElimina
  10. si può verificare che l'indirizzo è diverso?31 marzo 2010 15:21

    A me sembra che ora come ora l'indirizzo non cambi, però dovresti lasciare molte informazioni in meno in giro. Se ti interessa cambiare indirizzo IP usa uno dei metodi classici. Cambiare IP con il proprio browser è veramente semplice, basta trovare L'IP che vada bene. Per verificare l'indirizzo vai su http://www.whatismyip.com/

    RispondiElimina
  11. grazie, lasciare meno informazioni è già qualcosa!!

    RispondiElimina
  12. Io ho un dubbio...se utilizzo Firefox con Tor browser il mio indirizzo macchina rimane mascherato comunque? O possono risalire dal loro database al mio ip e ip macchina reale?
    In molti giochi di ruolo online testuali controllano l'ip ed è una cosa che ho sempre odiato (visto che non puoi utilizzarlo per barare è un controllo gratuito che essi esercitano sull'utenza).
    Grazie :*

    RispondiElimina
  13. se utilizzo Firefox con Tor browser il mio indirizzo macchina rimane mascherato comunque?6 aprile 2010 21:36

    Ciao,
    l'indirizzo fisico, indirizzo ethernet o indirizzo LAN, è un codice di 48 bit (6 byte) assegnato in modo univoco ad ogni scheda di rete ethernet prodotta al mondo.
    Per quanto riguarda il poterlo Cambiare, si lo puoi fare (consulta questa pagina a proposito).
    Se vuoi nasconderlo invece, credo proprio che non sia possibile.
    Se nascondi il MAC address, che deve essere contenuto nel frame ethernet, il frame (pacchetto di bit che costituisce un'unità strutturata di informazioni) viene scartato da switch e nic perche' corrotto e, non avendo un indirizzo fisico mittente per i frames in arrivo, non potresti ricevere nulla via rete.

    RispondiElimina
  14. :( capito. Grazie della spiegazione. Che voi sappiate i database non aziendali, ma per esempio di siti che contengono chat o simili tengono traccia anche dell'indirizzo ethernet/Lan o solamente dell'ip?

    RispondiElimina
  15. ciao ... scusa è che non sono molto pratica...ma vorrei farti una domanda... i metodi veloci come babelfish o quel prefisso prima dell'indirizzo sono validi per entrare in un sito dove le votazione sono limitate dall'ip? grazie mille :)

    Roberta

    RispondiElimina
  16. Risposta per Roberta11 maggio 2010 14:55

    Non credo funzionino ma puoi sempre provare. In alternativa prova a cambiare indirizzo direttamente dal tuo browser. e' tutto spiegato abbastanza bene. ho Usato questo metodo per votare in un concorso, diverso tempo fa. Ho perso lo stesso :)

    RispondiElimina
  17. mh... nu non funzionano :(

    ora mi rileggo tutto... quest'articolo è scritto molto molto bene ....sono proprio io che sono tanarda e ci metto un po' a capire eh eh grazie mille per la risposta :)

    Roberta

    RispondiElimina
  18. Avrei una domanda importante e spero qualcuno possa aiutarmi, una volta che grazie a tor o a uno dei siti sopra elencati, sto navigando su internet in modo anonimo, SE creo un mail, dalla quale inviero e ricevero' documenti, nel caso qualcuno mi voglia rintracciare avendo anche il mio indirizzo di posta o denunciandomi alla postale, può risalire lo stesso a me? O scambiando file e messaggi anche per posta sono tutelato ?
    Essendo un giornalista e trattando temi "scomodi" non mi posso permettere di essere cosi vulnerabile, nel caso riusciate e rispondermi vi prego di scrivermi a:
    bonacini@live.it

    RispondiElimina
  19. se io volessi far figurare ke il mio ip viene da un'altra città ke vorrei scegliere io..è possibile farlo?

    RispondiElimina
  20. Certo, ma devi prima cercare il proxy da utilizzare. Ci vuole pazienza, ma dovresti tiuscire a trovare ciò che cerchi

    RispondiElimina
  21. Grazie... mi spiegheresti gentilmente come faccio a trovare il proxy giusto? sono un pò ignorante in materia...ma mi servono queste info... perchè non so proprio come fare

    RispondiElimina
  22. ho trovato il proxy ke cercavo..l'ho cambiato ma il mio ip risulta sempre lo stesso...uso una connessione wi-fi come devo fare x far figurare quello che ho scelto???

    RispondiElimina
  23. Deborah devi cercare attraverso Google. Io non conosco altri modi. E' un lavoro certosino anche perchè alcuni indirizzi e relative porte potrebbero non prendere. Per chi è alle prime armi potrebbe sembrare qualcosa di complicato, ma alla fine non lo è. Per cambiare proxy basta aprire una pagina del proprio browser e poi seguire le istruzioni che trovi in questo articolo Usa i proxy direttamente sul tuo browser [Guida illustrata]
    .

    RispondiElimina
  24. io ho bisogno di un'informazione... ho bisogno di uno strumento web based che sia italiano... praticamente io sono a milano.. ma voglio far credere di essere in calabria. ho cercato ma non ne ho trovato nessuno. mi potete aiutare? grazie

    RispondiElimina
  25. Come posso navigare anonimo in un sito che all'accesso carica java ?

    Grazie Buona giornata a tutti

    RispondiElimina
  26. Ottima guida su come navigare in sicurezza!!!
    La mia domanda esula dal contenuto principale del discorso (in quanto già da diversi annni navigo in internet dietro proxy) ed approda sullo scenario di WINMX.Ecco, come posso impostare il mio winmx dietro proxy???Premetto che ne ho già provate di cose...settando ovviamente winmx con proxy SOCK4 e dandogli IP e PORTA es.(xxx.xx.xxx.x:3128) ma puntualmente l'icona del semaforo rimane gialla non collegandosi alla rete WPN. Sbaglio qualcosa?Salto qualche passaggio fondamentale?? Attendo risposta ringraziandovi anticipatamente e congratulandomi ancora per l'ottimo lavoro svolto in questo post. By Stella del sud.

    RispondiElimina
  27. mi permetto di postare un altro webproxy anonimo elite :)
    http://agcdm.com

    RispondiElimina
  28. CIAO A TUTTI RIGUARDO A DELLE PERSONE E LA POLIZIA POSTALE PUò RISALIRE AL MITTENTE DI CHI A FATTO UN ABUSO CON TOR PROJECT USANDO UN PROXY IO VOLEVO SEGNALARVI UNA DISCUSSIONE DI UNA PERSONA ARRESTATA NEGLI STATI UNITI USANDO TOR PROJECT PROXY.

    IN PRATICA QUESTO STUDENTE NEGLI STATI UNITI LO CERCAVA FBI MA USANDO IL PROXY DI TOR NON POTEVANO RISALIRE A LUI.
    ECCO COSA A FATTO QUESTO STUDENTE

    Lucas Townsend Henderson, 22 anni, di Lubbock, Texas, è stato accusato di frode telematica e il traffico di merci contraffatte in una denuncia penale non sigillate il Mercoledì. E 'accusato di distacco tagliandi fraudolenti online che permette alle persone di ricevere sconti ripidi sulla birra, cibo, console di gioco e oggetti di consumo, anche se i produttori non autorizzati le promozioni.

    FBI LO CERCAVA, MA NON LO POTEVA TROVARE PERCHè USAVA TOR PROJECT COME PROXY.
    IO MI CHIEDO SE FBI NON LO TROVAVA CON IL PROXY DI TOR ANONIMO COME FANNO A DIRE CHE è POSSIBILE RISALIRE AL MITTENTE DI CHI HA INVIATO L'ABUSO E TROVARE IP? VI CHIEDI QUESTO VISTO CHE HO TROVATO UN DOCUMENTO ATTESTANTE CHE FBI NON HA SAPUTO RISALIRE?.

    POI IL RAGAZZO LO HANNO ARRESTATO PERCHè IL PROGRAMMA TOR NON FUNZIONAVA PIù è HA USATO L'IP DELL'UNIVERSITA, INOLTRE IL FORUM DOVE PUBBLICAVA LE COSE QUESTO RAGAZZO ERA SOTTO CONTROLLO.
    MA FBI NON POTEVA MAI RISALIRE A LUI SE CONTINUAVA AD UTILIZZARE TOR ANONIMO PROXY.

    VI SEGNALO PURE LA DISCUSSIONE RIGUARDANTE L'ARRESTO DEL RAGAZZO IN INGLESE E DELLE PERSONE CHE PARLANO PURE DELLA SICUREZZA DI TOR.
    SE NON CONOSCETE L'INGLESE POTETE TRADURRE CON GOOGLE TRASLATE
    http://translate.google.it/?hl=it&tab=wT basta mettere il link sul sito google.

    http://www.zoklet.net/bbs/showthread.php?t=168344 qui parlano del caso del FBI che non riusciva a scovare il ragazzo perchè usava tor.

    http://www.theregister.co.uk/2011/05/12/counterfeit_coupon_fraud_charges/ un altro sito della notizia dell'arresto e che usava tor

    e qui il resoconto del caso della polizia http://regmedia.co.uk/2011/05/12/lucas_henderson_criminal_complaint.pdf

    come potete vedere nell'ultimo link FBI teneva sotto controllo il forum dove pubblicava le cose PER VEDERE SE COMMETTEVA UN PASSO FALSO. E L'HA COMMESSO UTILIZZANDO L'IP DELLA SUA UNIVERSITà E SI è FOTTUTTO DA SOLO.

    SE CONTINUAVA AD UTILIZZARE TOR NON LO SCOPRIVANO MAI.

    poi un altra discussione in italiano della polizia postale
    http://ctzen.it/2012/02/07/internet-sicuro-per-gli-studenti-del-galilei-servono-piu-incontri-cosi-senza-moralismi/
    COME FA LA POLIZIA POSTALE ITALIANA A DIRE CHE è POSSIBILE ESSERE RINTRACCIATI ANCHE USANDO TOR SE L'FBI NON è RIUSCITA A RISALIRE AL RAGAZZO.
    LA POLIZIA POSTALE A PIù MEZZI DELL FBI OPPURE E SOLO PER DIRE CAZZATE?

    LO SAPPIANO CHE CI VOGLIONO ROGATORIE INTERNAZIONALI E INOLTRE IL PROGRAMMA PROXY DI TOR E I SUOI NODI NON SALVANO I LOG DELLE PERSONE CHE SI COLLEGANO.

    QUINDI MI DITE COME è POSSIBILE RISALIRE A PRIMO IP ORIGINARIO??????

    ATTENDO RISPOSTE DA TANTI ESPERTI IN QUESTO SETTORE ANCHE DALLA POLIZIA POSTALE.

    CORDIALI SALUTI

    BESTIA DI CANE.

    RispondiElimina
  29. Ogni richiesta nelle rete tor passano per 3 nodi differenti ogni nodo ha solo parte delle informazioni originarie della richiesta ed il tutto è cifrato, per cui l'unico modo per risalire all'identità di chi naviga è essere proprietari dei 3 nodi cosa impossibile perchè ad ogni richiesta il tutto è randomizzato, per cui risulta il software migliore, basta vedere che l'unico modo per abbattere un sito di pedofili sulla rete tor è stata un intrusione degli hacker di anonymous per rubare le email di quei bastardi per denunciarli perchè se no l'interpol ufficialmente non poteva intervenire perchè impossibile per i motivi citati prima.

    RispondiElimina
  30. Salve prima di leggere questa completissima e pregiatissima guida, io ho utilizzato il software FREE HIDE IP scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale www.free-hideip.com .
    Questo programma e' semplicissimo da utilizzare, funziona veramente e fa risultare la connessione proveniente dagli Stati Uniti.
    NB: PER FAR FUNZIONARE QUESTO PROGRAMMA BISOGNA ELIMINARE TUTTI I COOKIE ANCHE con lo strumento pulitura disco di windows.
    Da quanto ho letto in questa pregiatissima guida, una navigazione anonima puo' considerarsi veramente efficace e di qualita' solo se neanche la polizia postale e' in grado di rintracciare "il navigatore".
    Pertanto la domanda che vorrei fare su questo forum e' questa:
    SECONDO VOI LA NAVIGAZIONE ANONIMA CON "FREE HIDE IP" E' RINTRACCIABILE DALLA POLIZIA POSTALE?

    RispondiElimina
  31. secondo me no xk ho fatto una prova quindi vai tranquillo

    RispondiElimina
  32. Anche io avrei da chiedere una cosa.
    Navigo dietro un proxy aziendale che registra in un log i siti visitati e ne blocca alcuni. Ho cominciato ad usare Tor per accedere ai siti bloccati, come ad esempio youtube e facebook. Ma adesso mi sorge un dubbio: siccome per far funzionare Tor devo comunque inserire il proxy aziendale e le credenziali di accesso secondo voi le mie richieste di indirizzo web (la digitazione di www.youtube.it) vengono comunque registrate sui log del proxy ???
    Io in realtà quando sono dentro Tor di solito digito google e poi da li digito l'altro sito che mi interessa, questo può aiutare ?
    Grazie

    RispondiElimina

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)