© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Come Verificare la presenza di Cortocircuiti all’interno del computer

La ragione più frequente di cortocircuiti all’interno di un computer è la presenza di frammenti di metallo o altri conduttori che formano un ponte, una connessione elettrica all’interno del PC.

La conseguenza più comune di un cortocircuito è che il computer si spegne senza nessun preavviso e senza fornire alcuna segnalazione d’errore. Inoltre, il PC, potrebbe non accendersi affatto.

Per controllare la presenza di cortocircuiti o meno all’interno del computer occorre:

1. Scollegare, SEMPRE, il cavo d’alimentazione dal computer ed aspettare qualche minuto che i condensatori scarichino la carica accumulata durante la fase in cui il computer era acceso o collegato alla presa elettrica.

State attenti perché anche un alimentatore scollegato potrebbe scaricarvi addosso una scossa sufficientemente forte. Quando lavorate sulle componenti hardware di un computer, a case aperto, ricordatevi di mettere al primo posto la vostra sicurezza. Leggete questo articolo sulle Norme di Sicurezza Importanti da rispettare prima di smontare ed aggiustare un PC.

2. Cercate delle viti libere di gironzolare per il case.
In caso di cortocircuito queste viti vanno a toccare porzioni sensibili della scheda madre. Le viti all’interno del computer sono molte. Praticamente fissano tutte le componenti hardware del PC: scheda madre, hard disk, schede video, audio, etc…
Assicuratevi che non ce n’è siano di libere o di troppo lunghe che creino falsi contatti.
Un metodo casareccio ma che funziona è “quello della lavatrice”. Dondolate, NON in maniera vigorosa, il computer cercando di sfruttare la forza di gravità per allontanare eventuali viti galeotte.

3. Usare delle pinzette.
Sì, proprio quelle delle sopracciglia. Son sottili abbastanza da infilarsi ovunque e recuperare una vite che potrebbe essersi incastrata sul fondo del computer dopo la vostra LEGGERA shakerata.

4. Cercate eventuali fili scoperti.
Se non sentite e vedete nessuna vite, il cortocircuito potrebbe essere dovuto ad un filo che col tempo ha perso il suo rivestimento isolante protettivo e crea dei falsi contatti con delle componenti interne dando vita al cortocircuito.
Ispezionate tutti i cavi che compongono le connessioni del computer e, se ne trovaste qualcuno consumato, sostituitelo immediatamente.
Fate anche attenzione ai cavi utilizzati “per raccogliere” i connettori. Solitamente sono in plastica, ma vi assicuro che questi occhi hanno constatato la presenza di cavi in metallo (e quindi conduttori) che con il tempo possono usurarsi e causare cortocircuiti.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla