© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Come aggiornare il firmware del Nas Linkstation Live LS-Chl di Buffalo Technology

Come tutte le tecnologie più o meno recenti, anche il firmware del Nas Linkstation Live LS-Chl di Buffalo Technology è in continua evoluzione. Di volta in volta gli ingegneri cercano di implementare nuove funzioni e di migliorare l’efficienza e la compatibilità di quelle già esistenti.

Ad oggi il Linkstation Live LS-Chl è in fase di aggiornamento sia per risolvere quei problemi nei quali erano incappati i clienti Buffalo sia per implementare nuove ed allettanti funzioni.

Fino al momento in cui scriviamo sono state realizzate due serie di Linkstation Live LS-Chl che si distinguono chiaramente dal firmware.

Le versioni fino alla 1.07 delineano l’appartenenza alla prima serie. Le versioni successive, invece, sono tipiche di quei prodotti che fanno parte della seconda serie.

E’ importante fare una distinzione?

Sì, lo è molto. Infatti per poter eseguire correttamente l’aggiornamento è indispensabile sapere con certezza se il proprio Nas appartiene alla prima o alla seconda generazione di prodotti.

Quindi se il vostro Network Attached Storage (in pratica dei PC dotati solitamente di sistema operativo Linux e numerosi hard disk per l’immagazzinamento dati) dovesse appartenere alla prima generazione non potete far altro che accontentarvi dell’aggiornamento al firmware 1.07.

Per tutti coloro che appartengono alla seconda serie, invece, è possibile aggiornarsi fino alla versione 1.31.

Per scaricare gli aggiornamenti dovete recarvi direttamente sul sito della Buffalo. Ci siamo permessi di indicarvi la pagina.

Rispetto alle versioni precedenti di firmware, la 1.31 presenta dei miglioramenti sensibili nelle funzionalità RAID, nei sistemi di protezione dei dati custoditi all’interno del NAS, sono stati risolti dei problemi (come era quello della lunghezza dei nomi delle cartelle), sono stati migliorati la gestione in remoto del dispositivo e il gestore dei download per il protocollo BitTorrent.

Finalmente, e fortunatamente, la procedura di aggiornamento è comune a tutti i modelli di NAS presenti sul mercato: Ls-Xhl, Ls-Chl-v2, Ls-Wxl e Ls-Wsxl. In questo modo i problemi, che prima potevano portare a danni seri a causa della scelta sbagliata del firmware, sono solo un ricordo.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla

Un commento

  1. Per HS-DHGLB43 puoi spiegare come è possibile fare l'aggiornamento. Visto che il produttore non è ingrado di fornire due righe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *