© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Surriscaldamento del notebook e spegnimento automatico

Surriscaldamento del notebook e spegnimento automatico

Lettera a yokai…

Il mio notebook ultimamente si scalda troppo e si riavvia automaticamente o il più delle volte si spegne per poi riaccenderlo dopo qualche minuto. Che devo fare? Più programmi uso contemporaneamente e prima si auto-spegne.

Grazie

Il computer logicamente si spegne per dare il tempo alle sue componenti di recuperare la temperatura ottimale. Ogni PC è fornito di alcuni sistemi diagnostici che monitorano in tempo reale “le condizioni della macchina” e rispondono in modo opportuno a determinati sintomi.

Purtroppo continuare a lavorare con un Computer che versa nelle condizioni da te descritte è un terno al lotto.

Anche se gli spegnimenti tamponano eventuali danni irreversibili all’hardware (parte fisica di un Personal computer), i tempi di intervento sono un fattore di rischio non indifferente.

Qualche secondo di troppo equivarrebbe a dare fuoco alle componenti del tuo PC.

Quando la Cpu lavora alacremente in un ambiente “hot” – surriscaldato – si possono verificare dei processi di elettromigrazione nei wafer di silicio (sottili fette di materiale semiconduttore, come il silicio, sulle quali viene costruito un microcircuito).

In questo modo, dall’oggi al domani, avviene un progressivo e irreversibile degrado dei wafer. Fino alla definitiva rottura.

Ti consiglio di non accendere il computer fino a quando non avrai pensato ad un modo per raffreddarlo ottimamente. Controlla il percorso che dovrebbe compiere l’aria per essere espulsa dal notebook. Alle volte la polvere o altre schifezze possono ostruire le vie di sfogo.

Gli spazi sono minimi, quindi anche un pò di polvere tra due lamelle sottili ti crea dei disturbi pazzeschi.

Rinchiuditi in una stanza ordinata e senza distrazioni varie e comincia a smontare (almeno) l’impaccamento del telaio del notebook.

Dai un’occhiata. Delicatamente! Controlla anche le ventole che sono soggette ad usura e col tempo diventano poco efficaci. Prova a pulirle se necessario.

Tieni a mente che le ventole dei portatili sono solitamente progettate per un modello specifico di portatile e quindi risulta difficile una sostituzione in casa, fai da te.

Probabilmente dovrai rivolgerti all’assistenza ufficiale del produttore. Prima di farlo, giocati quest’ultima carta.

Alle volte, anche un errato settaggio delle tabelle utilizzate per gestire la funzione diagnostica nel Bios è un fattore scatenante dei riavvii e spegnimenti improvvisi.

Solitamente una ventola gira più velocemente in proporzione alla temperatura raggiunta dal notebook.

Alle volte, però, la velocità delle ventole prevista per una determinata temperatura non basta a garantire un raffreddamento efficace e tempestivo. Solitamente a causa di calcoli errati dovuti alla necessità di contenere i rumori ed assicurare allo stesso tempo una temperatura ottimale.

Quando le lamentele diventano tante, le case produttrici forniscono sui propri siti degli aggiornamenti del Bios.

Prendi nota della marca e modello del tuo notebook e controlla se son presenti degli aggiornamenti e se bastano a risolvere il problema dello spegnimento automatico.

Se tutto quello che ti ho consigliato risulta inutile, rivolgiti all’assistenza (contattali telefonicamente, esponi il tuo problema e chiedi una sorta di preventivo alla cieca).

Chi sono? admin

Mi presento.
Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie.
Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l’età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere – del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa – e fuori – si fa quello che dice Lei :)

COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi.

In fede,
Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *