© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Boxee Box media center realizzato da D-Link, capace di riprodurre file multimediali e di portare Internet sul televisore di casa

Il BoxeeBox è un media center che è possibile acquistare al prezzo di circa 230 euro.
In sostanza si tratta di un cubo nero dal lato di soli 11 centimetri.
Si adatta benissimo a qualsiasi salotto. Uno dei vertici è “tagliato”. In questo modo, a seconda della prospettiva, pare più una piramide che un cubo.

Estetica a parte, il cuore del Boxee Box è il programma Boxee che permette al dispositivo di attingere ai dati contenuti all’interno di un disco fisso o scheda di memoria o reti locali o Internet, riconoscerne la multimedialità e processarli.

Il software media center è stato derivato da un precedente progetto tutto open source, l’Xmbc; è disponibile per diversi sistemi operativi e sono molti gli utenti che lo installano sul proprio computer portatile, collegato al televisore, per realizzare una sorta di stazione multimediale.

In ogni caso preferiamo un cubo di 11 centimetri che un computer in carne ed ossa nel salone.
All’interno del Boxee Box è presente un processore Atom CE1400 di Intel + un System on Chip (capace di riprodurre dei video in HD – fino alla risoluzione di 1080p – senza alcuna difficoltà).
All’interno del sistema non è presente nessuna unità di memorizzazione di massa. Sono disponibili, invece, due porte Usb che permettono al sistema di comunicare con eventuali hard disk esterni.

E’ importante sottolineare anche la presenza di uno slot Sdhc, per accedere velocemente ai dati contenuti all’interno di una scheda di memoria.

Non sarebbe proprio niente male come idea regalo. Il Boxee Box è una soluzione veramente molto interessante per fruire dei contenuti multimediali; anche di quelli che si trovano usualmente per il web. Proprio per questo il prodotto è dotato di una porta di rete Ethernet + una interfaccia wireless 802.11 b/g/n/.
Tramite apposite applicazioni è possibile accedere velocemente a servizi on line come YouTube, Flickr, Netflix, Picasa e Vudu Movies (purtroppo non è possibile accedere dall’Italia ai servizi Vudu Movies e Netflix).

L’installazione delle applicazioni è molto semplice. Basta selezionarle e installarle. Occorrono solo pochi secondi.

Tra le tante applicazioni disponibili, ce n’è una che consente di navigare su Internet direttamente dal televisore di casa, leggere i feed Rss, etc..

Per quello che riguarda il collegamento audio / video, si può disporre della comoda HDMI 1.3 e di alcune uscite audio stereo RCA e S/Pdif ottica.

In dotazione è fornito anche un telecomando doubleface che da un lato presenta i bottoni per l’accesso e la selezione dei menù, dall’altro lato (invece) vi è una tastiera qwerty completa.
Visto che stiamo parlando di controllo in remoto, è possibile controllare il D-Link Boxee Box anche con uno smartphone. Ma occorre disporre della giusta applicazione per Android, iPhone e Palm Pre.

Chi sono? admin

Mi presento.
Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie.
Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l’età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere – del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa – e fuori – si fa quello che dice Lei :)

COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi.

In fede,
Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *