© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

SSD Patriot Inferno da (120GB) Recensione

Allo stato attuale delle cose le unità allo stato solido che implementano la tecnologia della SandForce sono tra le migliori sul mercato. Tutte le grandi case cercano di stringere accordi di fornitura con la SandForce.

Questo successo è dovuto principalmente a due motivi. Il primo sono le elevate prestazioni che il controller è in grado di garantire alle SSD. Il secondo motivo è che la loro progettazione non prevede l’uso di buffer (memoria cache).

In questo spazio vogliamo presentarvi la Patriot Inferno SSD che potete trovare sugli scaffali dei migliori rivenditori di elettronica nelle dimensioni di 60GB (PI60GS25SSDR), 120GB e 240GB (PI240GS25SSDR).

Nello specifico il controller adoperato è l’SF-1222. Noto semplicemente come “SF-1200”

Caratteristiche tecniche

SandForce SF-1222 drive controller
120GB Capacità totale
111.79GB Capacità dopo formattazione
285 MB/sec Velocità di lettura sostenibile
275 MB/sec Velocità di scrittura sostenibile
Staffa per 3,5 pollici
TRIM support (O/S dependent)
Preservazione dei dati: + di 5 anni alla temperatura di 25 gradi centigradi
Data Reliability: Built in BCH 16-bit ECC & 24-bit ECC
4K Scrittura casuale IOPS fino a 14K
4K Lettura casuale IOPS fino a 5K
Misura di affidabilità della memoria: + di 1.500.000 ore


Esteticamente l’unità non poteva che presentarsi resistente e di colore prevalentemente rosso e nero. Il fondo è in argento.



Una volta tolte le viti e disassemblata l’unità a stato solido, ci siamo trovati di fronte quello che già ci aspettavamo. Il controller SF-1222 controller posto al centro ed attorniato da 8 moduli di memoria flash da 8 GB. Dall’altra parte dell’unità sono presenti i restanti 8 moduli da 8GB.

8 x 8 = 64 x 2 → 128 Intel 29F65G08CAMDB

I test che abbiamo eseguito sono stati IOMeter e CrystalDiskMark. In questo modo ci siamo potuti fare un’idea generale sulla SSD Patriot Inferno.

Per i neofiti ci teniamo a specificare che il test:

  • IOMeter
    è un programma che viene usualmente utilizzato come risolutore di problemi o benchmark perchè è facilmente configurabile per riprodurre il comportamento delle applicazioni più diffuse ed utilizzate. L’unità di misura delle prestazioni di una unità esaminata con tale strumento è lo IOPS
  • CrystalDiskMark
    è un software di benchmark che, anche se non esaustivo, può rivelarsi molto comodo. Compatibile con Windows, da NT4 in poi, Crystal Disk Mark effettua un check dell’efficienza del disco misurandone la velocità di lettura/scrittura.
2MB 4K
Lettura e scrittura sequenziale
=
255.06/236.38
Lettura e scrittura sequenziale
=
19.86/18.68
Lettura e scrittura Sequenziale 4k
=
255.12/235.23
Lettura e scrittura casuale
=
22.60/48.08
Lettura e scrittura casuale
=
238.02/182.51
Lettura e scrittura casuale 4K
=
255.15
235.09

IN CONCLUSIONE – Sebbene la SSD Patriot Inferno da (120GB) sia sufficientemente prestazionale e veloce, non riesce a distinguersi nettamente dal resto di prodotti che adottano lo stesso controller. Resta comunque tre le unità solide più veloci del mercato.

Chi sono? admin

Prova anche

Cambio Hard Disk ogni 6 mesi. Come correre ai ripari?

Ho anche acquistato un gruppo di continuità o per meglio definirlo un Ups, ma non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *