venerdì 1 ottobre 2010

E' possibile utilizzare gli stessi programmi in voga su Windows anche su altri sistemi operativi?

Una delle convinzioni più diffuse tra chi usa il computer è quella che i software utilizzati su Microsoft Windows non possano funzionare su altri tipi di sistemi operativi.

In realtà sono parecchi anni che molti dei programmi tipicamente utilizzati su Windows funzionino anche su Linux o Apple OS X.

Nel primo caso occorre appoggiarsi a Wine. Nel secondo andrà benissimo Crossover, che permette l'esecuzione del codice Windows su Macintosh.

A parte queste due soluzioni molto conosciute nell'ambiente informatico, esiste un'altra opzione.
Un software che, al posto di appoggiarsi su un processo di traduzione, punta a presentarsi come il primo sistema operativo gratuito che è compatibile in maniera diretta con tutti i programmi binari di Microsoft Windows.

Questo progetto rivoluzionario si chiama ReactOS. Si basa su Kernel Window NT e, attraverso delle tecniche di clean room reverse engineering, riesce a ricreare da zero un intero sistema operativo. In questo modo sarà possibile utilizzare dei programmi pensati appositamente perchè funzionino esplicitamente con questo o quel sistema operativo.

Purtroppo la compatibilità del programma non ha raggiunto attualmente dei livelli accettabili. Il progetto è ancora in fase sperimentale. Chiunque volesse tenersi aggiornato può scaricarlo e provarlo anche all'interno di una macchina virtuale. E' compatibile con Vmwre o VirtualBox.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)