© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Toshiba ritira dal mercato 41,000 Notebook Satellite. Inquisiti il Satellite T135, il Satellite T135D ed il Satellite ProT130

Toshiba assieme alla CPSC (Consumer Product Safety Commission) e la Health Canada – associazioni che si occupano della tutela della salute dei cittadini statunitensi e canadesi – hanno annunciato il ritiro a breve di circa 41,000 notebook Satellite della serie T.

Per dare delle informazioni più precise, i modelli ritirati dal mercato saranno: il Satellite T135, il Satellite T135D ed il Satellite ProT130.

La motivazione a tale decisione è che, dopo la segnalazione di ben 129 casi di malfunzionamento dovuti a surriscaldamento dei notebook, Toshiba abbia deciso di recuperare tutti i modelli (a quanto pare affetti da un problema congenito e quindi un difetto di fabbricazione) per rimpiazzarli nel più breve tempo possibile.

Quando parlo di surriscaldamento intendo dire che i sistemi raggiungevano temperature veramente elevate. A tal punto elevate che, in molti casi, le plastiche attorno al cavo di alimentazioni si liquefacevano.

Inoltre ci sono state segnalazioni di incendi poco gravi e ben 2 segnalazioni di gravi danni patrimoniali a seguito di un incendio innescato quasi sicuramente dal mal funzionamento del portatile.

Nota
================
Ne approfitto per sollecitarvi a non lasciare mai acceso ed in maniera incontrollata il vostro computer. Ed estenderei il consiglio anche a tutti gli altri oggetti elettronici collegati direttamente alla corrente elettrica.

I modelli difettosi sono stati venduti tra l’Agosto 2009 e quello 2010. La cifra d’acquisto di ogni singolo pezzo si aggira tra i 600 e 800 dollari. Per un valore di mercato di circa 22.550.000 euro circa.

I proprietari che accusassero un leggero surriscaldamento sono invitati a scaricare direttamente da questa pagina l’ultima versione del Bios. Il problema dovrebbe rientrare. Inoltre qualora il sistema raggiungesse temperature critiche, il computer si spegnerebbe automaticamente e segnalerebbe all’utente di contattare Toshiba per una risoluzione il più rapida possibile.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla