lunedì 27 settembre 2010

Memoria virtuale ed il suo apporto alla deframmentazione del disco fisso

Come impostazione pre-programmata Windows gestisce automaticamente il file della memoria virtuale. Tale file viene creato al boot del notebook e ridimensionato a seconda delle necessità.

Se il computer non dispone della memoria ad accesso casuale (RAM, Random Access Memory) necessaria per eseguire un programma o un'operazione, Windows utilizzerà la memoria virtuale per compensare tale mancanza.

La memoria virtuale realizza una combinazione tra la RAM del computer e uno spazio temporaneo nel disco rigido. Quando la RAM è insufficiente, la memoria virtuale sposta i dati dalla RAM in uno spazio denominato file di paging. Lo spostamento dei dati in e dal file di paging consente di liberare RAM per il completamento dell'operazione.
Maggiore è la RAM disponibile nel computer, più velocemente verranno in genere eseguiti i programmi. Se la mancanza di RAM causa il rallentamento del computer, si potrebbe essere tentati di aumentare la memoria virtuale per compensare tale mancanza.

Il computer, tuttavia, legge i dati dalla RAM molto più velocemente che da un disco rigido e pertanto la soluzione migliore consiste nell'aggiungere RAM.

Purtroppo, con il passare del tempo, il file di paging diventa sempre più frazionato. Il suo impatto sulle prestazioni è malevolo.

Ma esiste una soluzione molto semplice da attuare. Occorre impostare manualmente il file di paging al doppio della memoria RAM. In questo modo accade che il file viene creato una singola volta per tutte e non verrà più modificato. Niente modifiche = niente frammentazione dell'hard disk.

Per eseguire tale procedura è sufficiente recarsi in Pannello di controllo -> Sistema -> click su Impostazioni di sistema avanzate (Se viene chiesto di specificare una password di amministratore o di confermare, digitare la password o confermare). Nella scheda Avanzate fare clic su Impostazioni (nel riquadro "Prestazioni") e...

1. Selezionare la scheda Avanzate e quindi fare clic su Cambia (in Memoria virtuale).

2. Deselezionare la casella di controllo Gestisci automaticamente dimensioni file di paging per tutte le unità.

3. In Unità [Etichetta volume] fare clic sull'unità contenente il file di paging che si desidera modificare.

4. Fare clic su Dimensioni personalizzate, digitare le nuove dimensioni in MB nella casella Dimensioni iniziali (MB) o Dimensioni massime (MB), fare clic su Imposta e quindi su OK.

Non è in genere necessario riavviare il computer quando si aumentano le dimensioni, mentre è necessario riavviarlo quando si riducono le dimensioni, affinché le modifiche abbiano effetto.
Ad ogni modo la procedura più efficace prevede prima la disattivazione totale del file di paging, poi una deframmentazione ed in seguito una attivazione manuale ed una seconda deframmentazione. Quando vi venisse richiesto di riavviare, fatelo.

Per ulteriori consigli sulla gestione del notebook consultate questo articolo: Consigli per ottenere il massimo da un notebook: cernita dei migliori “trucchi” da utilizzare sui computer portatili.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)