© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Furto dati: Device Lock 7 è un programma per la protezione dei dati aziendali, il controllo dei contenuti e del traffico di rete

Una delle necessità più impellenti di chi lavora e gestisce molti dati con il computer è quella di difendersi, con le unghie e con i denti, da eventuali sottrazioni illecite di dati. In questo articolo vi propongo un software molto efficace per la protezione dei dati aziendali, il controllo dei contenuti e del traffico di rete.

DeviceLock, famosa e stimata società russa, ha pubblicato direttamente sul proprio sito una nuova versione del suo brillante programma contro il furto dei dati aziendali.
Attualmente la versione 7 è in beta, ma quella definitiva potrebbe arrivare da un momento all’altro.

Attraverso DeviceLock 7 continuano ad essere monitorate instancabilmente le porte e le periferiche di un sistema dati, ma sono stati aggiunti due moduli di controllo in più.

Il primo è il ContentLock. Effettua delle scansioni di monitoraggio e filtro sui contenuti trasmessi su drive rimovibili, dispositivi plug-and-play ed altri canali simili di input ed output. Sa riconoscere oltre 80 formati di file e tipologie di dati.
Informazioni come i dati sensibili e riservati vengono immediatamente riconosciuti e filtrati. Carte di credito, passaporti, carte d’identità, patenti, etc, vengono prontamente riconosciuti e bloccati. Inoltre attraverso un meccanismo basato sulle espressioni regolari è possibile personalizzare il ContentLock e renderlo più funzionale alle proprie esigenze.

Il secondo modulo aggiunto è il NetworkLock. Controlla le comunicazioni di rete ed effettua delle scansioni di monitoraggio e filtro del traffico agendo su due livelli: quello di protocollo e quello di applicazione.
Controlla efficacemente la posta elettronica Smtp o Web, l’uso di social network molto diffusi comeFacebook, la messaggistica istantanea (come Skype) i trasferimenti di file via ftp o ftp-Ssl, le sessioni Telnet.

Praticamente nulla può uscire senza che venga puntualmente scovato e tracciato.

DeviceLock 7 si integra con alcuni programmi di criptografia come TrueCrypt, Pgp e BitLocker To Go (soluzione presente nelle versioni aziendali di Windows 7).

Il programma può essere gestito centralmente tramite Active Directory. E’ possibile adattarlo alle esigenze di piccole installazioni o grandi. Spetterà all’amministratore di sistema plasmare il programma. L’interfaccia di gestione è la Mmc – Microsoft Management Console. Inoltre con DeviceLock Group Policy Manager non verrà in alcun modo coinvolto l’utente finale. Gli agenti locali DeviceLock potranno essere installati e gestiti attraverso un dominio Active Directory già esistente.

Il costo di una licenza DeviceLock per utente singolo è pari a 42 dollari USA. Sono disponibili sconti per gli istituti di istruzione e per l’acquisto di licenze multiutente. Trovate tutte le informazioni del caso direttamente sul loro sito. La navigazione è in inglese, ma son presenti un foglietto illustrativo e tecnico in italiano.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :) COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi. In fede, Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *