© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Cosa fare quando Windows rileva un problema con l’hard disk – Windows detected a hard disk problem

Domanda – Ho un problema che mi perseguita. Anzi un messaggio. Utilizzo Windows 7 Professional e tutte le volte, ma dico proprio tutte, che accendo il computer ed il sistema operativo si inizializza, mi compare un errore: Windows ha rilevato un problema con l’hard disk. Io provo a riavviare, ma niente. Il messaggio compare sempre. Ad ogni riavvio. Per il resto il computer sembra funzionare benone. Come faccio a fare scomparire questo messaggio?

Soluzione

Tutto quello che dovete fare è aprire il gpedit.msc (Group Policy Editor). Si tratta di una caratteristica della famiglia dei sistemi operativi Microsoft Windows NT. Le group policy sono un insieme di regole che controllano l’ambiente di lavoro di utenti e computer. Forniscono la gestione centralizzata e la configurazione di sistemi operativi, applicazioni e le impostazioni degli utenti in un ambiente Active Directory. In altre parole, le group policy in parte controllano ciò che gli utenti possono o non possono fare su un sistema informatico. Anche se le group policy sono più spesso viste in uso per gli ambienti aziendali, sono anche comuni in altri ambiti come nelle scuole, nelle imprese più piccole e altri tipi di organizzazioni. Il “Criteri di gruppo” è spesso utilizzato per limitare determinate azioni che possono rappresentare potenziali rischi di protezione, ad esempio: per bloccare l’accesso al Task Manager, limitare l’accesso a determinate cartelle, disabilitare il download di file eseguibili, disabilitare l’uso di unità esterne (penne usb, dischi ottici..) e così via.

P U B B L I C I T A'

Nel nostro caso lo useremo per impedire che il messaggio d’errore si ripresenti ad ogni avvio di Windows.

Molti mi pongono spesso la stessa domanda. Non riesco ad aprire il “Criteri di gruppo”. A loro rispondo con altrettanta costanza che solo le edizioni Ultimate, Professional (vecchio Business) e Enterprise ne sono provviste. Inoltre il dimenticarsi di inserire il “.msc” o il digitare in maniera scorretta i caratteri all’interno del box di ricerca sono le cause principali di una mancata rievocazione del tool “Editor criteri di Gruppo”.

Navigate attraverso le categorie Computer ConfigurationAdministrative TemplatesSystemTroubleshooting and DiagnosticsDisk Diagnostic

Doppio click su “Disk diagnostic: configure execution level”. Impostate la selezione su “disabled”. Di default è attivata l’opzione “Not configured” – “Non configurato”.

Scusate per l’inglese, ma non possiedo la versione italiana di Windows 7. Vado a memoria per quello che ricordo. Dovrebbe essere qualcosa del genere: Configurazione Computer -> Modelli amministrativi -> Sistema -> Diagnosi e Risoluzione dei problemi -> Diagnosi hard disk.

Per coloro che possiedono le versioni base di Windows 7 o Vista, potrei suggerire (MA NON LO FACCIO!) di andare in Pannello di Controllo → selezionare “Visualizzazione classica” dalla barra sinistra → Segnalazioni di problemi e soluzioni → Cambia impostazioni → Impostazioni avanzate → Aggiungete nell’elenco dei programmi bloccati quelli che si occupano delle diagnosi del sistema.

Piuttosto cercate di capire perchè vi compaia questo problema. Fate una diagnosi all’hard disk. Trovate un’ampia raccolta di strumenti in questo articolo: Come fare una diagnosi corretta all’hard disk del computer ed intervenire nel modo giusto. Un’occhiata da mani esperte non guasterebbe.

Chi sono? admin

Mi presento.
Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie.
Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l’età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere – del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa – e fuori – si fa quello che dice Lei :)

COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi.

In fede,
Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *