© Tutti i diritti riservati e proprietà di computerprogrammi.com

Come disattivare l’Autorun in tutti i Windows? Metodo semplice e veloce che non sfrutta l’Editor dei Criteri di gruppo

Nell’articolo Autorun e Worm in Windows. L’Autorun è pericoloso? Come è possibile disattivarlo? Una serie di domande frequenti e risposte competenti sull’argomento vi ho spiegato che alcuni utenti lestofanti della rete sfruttano l’Autorun di Windows per contaminare un computer con dei Worm che successivamente scaricano altri malware e programmi tendenzialmente dannosi e pericolosi per le vostre tasche.
L’uso dei Pen drive Usb è fortemente diffuso. E proprio le chiavette sono uno dei mezzi più utilizzati per trasferire questo tipo d’infezione.

Per correre preventivamente ai ripari è possibile disattivare l’Autorun di Windows. Il mezzo più semplice ed efficace per disattivare l’Autorun sfrutta un semplice autorun registry hack: REGEDIT4 [HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoftWindows NTCurrentVersionIniFileMappingAutorun.inf] @=”@SYS:DoesNotExist”.

1. Aprite il Blocco Note

2. Copiate ed incollate al suo interno la seguente linea di comando:

REGEDIT4
[HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoftWindows NTCurrentVersionIniFileMappingAutorun.inf] @=”@SYS:DoesNotExist”

3. Rinominate il file con il nome che preferite in questo modo “Nomequalsiasi.reg”. Windows potrebbe tentare di salvare il file come .txt anche se voi avete inserito l’estensione .reg. Per questo al momento del salvataggio, alla voce “Salva come…” scegliete la voce “Tutti i file (*.*)”.

4. Localizzate il file che avete appena creato e date un colpo di doppio click, per eseguirlo. Una finestra di dialogo si aprirà e vi verrà chiesto se desiderate aggiungere i dati contenuti nel file al Registro del Sistema. Consentite la modifica.

Nota: prima di modificare il Registro del Sistema è sempre bene eseguire un backup dello stesso. Se non sapete come fare, consultate l’articolo Come fare il backup ed il ripristino del Registro di Sistema in Windows 7. La procedura è simile anche per Vista ed XP.

Grazie a questi 4 semplici e rapidi passaggi, qualsiasi richiesta d’accesso a file “autorun.inf” viene bloccata efficacemente. Sia su Windows XP, in versione Home e Pro, che sulle versioni di Windows Vista Home, etc…

Se poi volete seguire le linee guida di Microsoft per disabilitare l’Autorun tramite l’Editor dei Criteri di gruppo, dovete prima scaricare una patch diversa a seconda del vostro sistema operativo e poi interpretare correttamente le indicazioni della casa di Redmond. Da tempo infatti è presente un bug in Windows che impedisce agli utenti di disattivare efficacemente l’Autorun. Microsoft comunque aveva rilasciato una patch, per risolvere questo problema. Recatevi a questo indirizzo per trovare la patch giusta: support.microsoft.com. Scorrendo questa pagina troverete tutte le notizie del caso. Ma non complicatevi la vita e seguite la procedura da me descritta.


Chi sono? admin

Mi presento. Sono Alessandro, un appassionato di computer e tecnologie. Nel 2008 ho aperto questo sito internet soprattutto per avvicinarmi al mondo dei blogger e capirne meglio la comunicazione e le potenzialità markettare in Italia (in realtà ho fatto la stessa cosa negli USA, dove ho studiato e dove ho vissuto a lungo). Attualmente (2017) lavoro come Business Developer e CMO, ma la mia passione per i computer e le innovazioni tecnologiche si è conservata integra. Purtroppo con l'età arrivano anche responsabilità sempre più pesanti ed il tempo libero da dedicare oggi al blogging è praticamente zero (anche perchè ho una famiglia numerosa e probabilmente conoscete già la mia dolce metà, Viola, ed il suo impegno in campo sociale con un bellissimo sito internet di salute e benessere - del quale curo la parte tecnica e verso il quale vi indirizzo nel caso in cui voleste mettervi in contatto con me ma non ci riusciate. In altre parole rivolgetevi al vero principale, perché in casa - e fuori - si fa quello che dice Lei :)COMMENTI: ho deciso di lasciare la possibilità di commentare gli articoli per far in modo che voi lettori possiate aiutarvi a vicenda in caso di problemi.In fede, Alessandro Tesla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *