domenica 20 dicembre 2009

Alternativa alla Postepay: carta PayPal. Stessa versatilità, stessa utilità

PayPal si lancia alla conquista del mondo reale con la sua nuova carta prepagata. Grazie alla collaborazione con MasterCard e Lottomatica, PayPal (il metodo di pagamento elettronico su Internet per antonomasia) ci prova anche nel mondo fisico.

Senza possedere un conto corrente bancario o un conto PayPal, si potranno fare acquisti godendo di un plafond di € 10.000. Lottomatica condividerà la propria rete di circa 8000 punti vendita sul territorio nazionale per le eventuali ricariche della carta prepagata. In tali punti vendita è anche possibile ritirare la prepagata di PayPal.

Questa carta di credito è gestita da Cartalis Imel e sfrutta la rete del circuito MasterCard.

Le ricariche possono essere effettuate sia in contanti o con PagoBancomat. Ma volendo si può fare anche tutto da casa attraverso il proprio conto PayPal o un bonifico bancario.

Il costo della ricarica è di € 0,90, ma se si trasferisce il denaro da un conto PayPal o per importi superiori ai € 400, la ricarica è gratuita. Ogni movimento effettuato viene segnalato tramite un servizio SMS. Per richiedere la carta potete recarvi direttamente in un punto vendita Lottomatica o recarvi sul sito di PayPal che si premurerà di spedirvele a casa.

È uno strumento di pagamento piuttosto semplice da usare e molto facile per tenere sotto controllo tutte le uscite. Ormai tutti noi utilizziamo le carte prepagate per effettuare i nostri acquisti on-line; che siano biglietti o che siano strumenti di elettronica o altri beni non possiamo farne a meno.

Io personalmente utilizzo un account PayPal perfettamente registrato e sincronizzato con la mia PostePay. Già con PayPal posso pagare in tranquillità la stragrande maggioranza degli acquisti effettuati su Internet. In rare occasioni utilizzo la carta di credito che comunque è un valido appoggio per prelevare contanti o pagare nei vari esercizi fisici preposti.

Probabilmente per il mio stile di vita una seconda carta di credito sarebbe superflua. Diciamo che per il momento sto bene così anche se in futuro la comprensione di nuovi meccanismi sul trasferimento elettronico di fondi potrebbe dirottare la mia preferenza su nuovi lidi.

Mi affido anche ai vostri, sempre utili, commenti e alle vostre segnalazioni per tutelare i miei acquisti e, perché no, per risparmiare sulle eventuali nuove commissioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)