venerdì 10 febbraio 2012

Computer: una protezione totale non esiste

Computer: una protezione totale non esiste
Oltre ai programmi di sicurezza (contro virus, spyware, trojan e worm) bisogna aguzzare i sensi e fiutare il pericolo che si cela dietro ogni click.

Purtroppo (mi rammarico per chi non riesce a difendersi) i bei tempi in cui l'unica preoccupazione era rappresentata dai virus son finiti. I pericoli nei quali un giovane navigatore inesperto si imbatte son tanti e ciò è un'ulteriore prova che Internet sia REALE, e come!

Cattivi incontri non si nascondono più solo dietro floppyni che hanno perso memoria del loro padrone o copie di programmi illegali dal codice zeppo di virus. Oggi la fregatura sta dietro ogni angolo. Come nella vita di tutti i giorni. Solo che un povero Cristo almeno in casa propria vorrebbe stare tranquillo!

E allora bisogna stare attenti ai diffusissimi fenomeni di phishing (furto di dati sensibili) che avvengono, ad esempio, quando si acquista qualcosa online in maniera troppo imprudente o tutelarsi dai furti di identità o alla violenza di certi argomenti sbattuti troppo facilmente in faccia anche a minori o i classici e sempre verdi virus che ci giungono ormai direttamente tramite posta elettronica.

Troppe volte mi imbatto in utenti che istallano un antivirus qualsiasi e si sentono protetti. Ahi! Già 10 anni fa era d'obbligo affiancare ad un antivirus almeno un buon firewall. Figuriamoci oggi.

L'errore più diffuso è quello di cercare programmi in copia pirata. Programmi craccati che, come uno specchio per le allodole, attirano i meno esperti per poi colpirli. Dove? Al portafoglio, sempre lì!


Una volta, prima dell'avvento delle ADSL andavano fortissimo i Dial-up. Se avete qualche annetto da ricordarvi la vecchia 56 KB, sicuramente vi sarà familiare quel rumore simile alla composizione di un numero telefonico che precedeva la connessione ad internet.

Bene, i furbetti non facevano altro che cambiare il numero d'accesso alla rete con un altro a pagamento. Il finale era un salasso che arrivava tramite bolletta telefonica.

Quindi BUON SENSO amici miei. Buon senso ed un pochino di curiosità vi consentiranno di evitare i tanti malware che, come cacca in mare, scorgerete durante le vostre piacevoli navigazioni.

Piccoli consigli accumulati con l'esperienza


Usate sempre un buon Firewall (Online Armor è gratuito, ha vinto il premio per miglior firewall del 2008 ed è una bestia di roccaforte!) ed un ottimo antivirus.

Ce ne son tanti. Avira antivir (gratuito), nod32 (da provare gratuitamente per 30 giorni), kaspersky (da provare gratuitamente per 30 giorni), etc...

Non inserite mai dati personali su siti che non presentino la protezione https:// - protocollo di crittografia asimmetrica. In special modo se, tramite mail, vi vengono richiesti dei dati a seguito di finti attacchi o premi vinti.

Non cliccate mai "SI" subito non appena compare una finestra che riporta il messaggio "..vuoi installare la nuova versione..". Leggete tutto e cercate informazioni su internet sull'affidabilità del programma.

Inoltre, quasi dimenticavo, mai nessun antivirus vi chiederà soldi per la rimozioni di un malware. Sia esso un programma gratuito che a pagamento con licenza annuale.

Per il resto visitate le etichette Sicurezza e Antivirus di questo blog. Non pretendono d'essere una guida, ma un canovaccio da cui far partire una proficua condivisione.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)