lunedì 25 giugno 2012

Creare una partizione aggiuntiva in modo non distruttivo con Gparted Live

Creare una partizione aggiuntiva in modo non distruttivo con Gparted Live
I motivi che vi spingono a suddividere il vostro Hard disk in due o più porzioni sono tantissimi.

Un modo di creare delle partizioni aggiuntive prevede l'uso di Gparted Live.

Gnome Partition Editor (o Gparted ) è un software per il partizionamento di hard-disk. Scritto in GTK e distribuito con licenza GPL, è un front-end del più noto Parted.

Il suo impiego è quello della creazione, distruzione, ridimensionamento, controllo e copia delle partizioni e dei file system presenti su un disco fisso.

Permette di visualizzare le partizioni disponibili e le loro dimensioni e, facilmente, ci consente di crearne delle altre per via grafica con un semplice drag and drop (clicca, trascina e rilascia).

È utile per ottenere spazio per nuovi sistemi operativi, riorganizzare l'utilizzo del disco, copiare dati residenti nei dischi fissi e fare una copia di una partizione.

Come GNU Parted, GParted supporta il ridimensionamento delle partizioni con file system NTFS, usando l'utility esterna ntfsresize.

Utilizza la libreria libparted per determinare e modificare periferiche e tabelle di partizioni.

Lo potete utilizzare direttamente dalla chiavetta Usb.

Avvertenze: quando si gioca con le partizioni si va incontro a potenziali perdite di dati. E' auspicabile, quindi, che voi salviate i vostri dati prima di utilizzarlo.

1 commento:

Vi ringrazio per le email ed i commenti di stima ed apprezzamento. Mi scuso in anticipo se non riesco a ringraziarvi tutti di cuore! Alessandro.

Per lasciare velocemente un commento, cliccate su [Seleziona profilo..] e poi su [Nome/URL]. Potete anche non inserire un indirizzo internet e mettere solo il nome :)